Storia

Il nome Castilionis  (Castiglione) deriva dal termine “Castilio” che significa “grosso castello”.

La prima notizia storica è del 1036 dove compare tra i confini di Configni nel Regesto di Farfa.

Le cronache vere e proprie iniziano dal 1212, anno in cui il Castrum Castilionis si assoggettò volontariamente alla città di Narni e, negli anni seguenti, ne divenne un’alleata fedele.

Narni trovava giovamento dall’amicizia con Castiglione, perché era posto in una posizione strategica che permetteva un buon controllo dei confini.

Il Castrum entrò a far parte dei possedimenti degli Orsini intorno al XV sec., fino al 1596, data in cui passò sotto il controllo diretto della Santa Sede. Fu un castello indipendente fino al 1798.

Di particolare interesse sono la Chiesa di San Sebastiano (ricostruita) e il portale dell’antica Chiesa del SS. Salvatore.

Portale antica Chiesa SS. Salvatore

Le vicende di Castiglione sono state intense e travagliate, un millennio di storia è un fardello pesante da sostenere e ha gravato sulle sue mura.

Gli abitanti hanno preferito, piano piano,  costruire un nuovo paese più in basso, che ha preso lo stesso nome del vecchio borgo.

Dopo la metà del XX sec., quindi, l’antico castello è stato abbandonato ed rimasto lì, dove era stato per tanti secoli, con grande onore e silenziosa dignità.